Spie Auto Accese? Come fare! Sesta parte

31. Livello di liquido nel radiatore

Il livello del liquido del radiatore è basso o c’è una perdita nel sistema: recati presso la nostra officina.

32. Livello liquido tergicristallo

È finita l’acqua con il sapone, se il vetro è sporco e vuoi pulirlo ti conviene aprire il cofano e riempirlo con apposito prodotto.

33. Eccessiva temperatura dell’olio

Attenzione: la temperatura dell’olio motore è troppo alta e sta cambiando le proprietà di lubrificazione. Contattaci subito!

34. Livello dell’olio

Controlla il livello dell’olio, se troppo basso si rischia la mancata lubrificazione del motore con gravi conseguenze.

35. Avaria sensore crepuscolare

Vuol dire che il sensore azionamento delle luci esterne automatiche è guasto.

36. Avaria luci stop

Le luci posteriori di frenata guaste: rischio incidente o multa! Corri in OfficinaCotabo.

Spie Auto Accese? Come fare! Quinta parte


25. Avaria cambio automatico

Auto con cambio automatico? Segnala un malfunzionamento. Se la spia rimane accesa recati in OfficinaCotabo il prima possibile oppure contattaci.

26. Avaria sensore pioggia

Il sensore dei tergicristalli automatici è guasto.

27. Avvertimento limite di velocità

Indica che hai inserito e superato il limite di velocità prescelto.

28. Avaria sensori di parcheggio

Se accesa e fissa significa che il sensore di parcheggio non funziona, attenzione alle manovre!

29. Filtro DPF intasato

Il DPF è il filtro che brucia i gas di scarico nei motori diesel. Se questa spia è accesa significa che la macchina sta compiendo la rigenerazione e si consiglia se possibile di proseguire il viaggio fino a che non si spegne la spia stessa per completare il ciclo di rigenerazione.

30.Acqua nel serbatoio

Durante il rifornimento è entrata acqua nel serbatoio, contattaci per avere spiegazioni sul da farsi!

Spie auto. Cosa fare se accese? Quarta Parte

19. Cinture di sicurezza non allacciate

Attenzione. Vuol dire che i passeggeri o il conducente del veicolo non hanno la cintura di sicurezza allacciata, a volte accompagnata da un suono.

20. Avaria sterzo

 Malfunzionamento del servosterzo e può risultare molto pesante nel suo azionamento. Recati in OfficinaCotabo

21. VDC

Se gialla e lampeggia mentre si guida vuol dire che è entrato in funzione il controllo di stabilità ASR/ESP. Serimane accesa indica un guasto al sistema. Contattaci.

22. Interruttore inerziale

Indica che è attivo il dispositivo di bloccaggio dell’elettropompa del carburante in caso di urto. Verifica la procedura di sblocco sul libretto uso e manutenzione.

23. Cruise control

È il sistema elettronico che permette la regolazione automatica della velocità dell’auto, se è accesa è in funzione.

24. Segnalazione pericolo ghiaccio

Sotto i 3 gradi avverte la possibilità di strada ghiacciata. Si spegne quando la temperatura esterna torna sopra i 3 gradi. Questa spia non ha niente a che fare con il clima.

Spie auto e cosa fare se accese. Terza Parte

13. Indicazione direzione destra

Facile. Indica la freccia di svolta a destra.

14. Indicazione direzione sinistra

Come sopra, freccia di svolta a sinistra.

15. Luci posizione

 Questa spia indica semplicemente l’accensione delle luci di posizione.

16. Abbaglianti

Abbaglianti accesi? Ricordati di toglierli quando incroci un altro conducente.

17. Porta/e aperte

Attenzione se sei in movimento,  non tutte le porte sono chiuse correttamente.

18. Avaria immobilizer (CODE)

Durante l’avviamento si deve accendere e poi spegnersi una volta in moto. Se rimane accesa la macchina non si avvia, in questo caso chiama il soccorso.

Spie auto e consigli su cosa fare se accese. Seconda Parte

7. Riserva carburante

 C’è il rischio di rimanere fermi in strada.

8. Avaria luci esterne

Malfunzionamento impianto di illuminazione esterna, lampadina o contatto elettrico. Se si vuol cambiare da soli una lampadina, consigliamo di controllare il giusto amperaggio. Se invece la spia rimane accesa recati da OfficinaCotabo.

9. Anomalia impianto ABS.

Il sistema ABS è guasto, mentre l’impianto frenante continuerà a funzionare normalmente sempre che la spia freni sia spenta. Recati in OfficinaCotabo il prima possibile.

10. Mancato funzionamento impianto air bag

In caso di necessità l’impianto air bag potrebbe non funzionare. Se la spia rimane accesa contattaci.

11. Air bag passeggero disattivato

Indica disattivato l’air bag per il passeggero per permettere il montaggio di un seggiolino per bambini.

12. Spia controllo avaria motore

Avverte che c’è un malfunzionamento dell’impianto di iniezione del motore. Se la spia rimane accesa puoi proseguire a velocità ridotta e recarti in officina il prima possibile oppure contattaci.

Spie dell’auto e consigli su cosa fare se rimangono accese.

1. Insufficiente pressione dell’olio

Fermare subito il veicolo e controllare il livello dell’olio. Se la spia rimane accesa chiamare soccorso stradale.

2. Temperatura elevata del liquido di raffreddamento del motore.

Malfunzionamento dell’impianto di raffreddamento. Spegnere subito il veicolo. Aspettare che  raffreddi e  controllare il livello del liquido. Se la spia rimane accesa chiamare il soccorso stradale.

3. Preriscaldamento delle candelette

Si accende per comunicare che sono entrate in funzione le candelette del preriscaldo e quindi è tutto bene se si spengono dopo qualche istante! Se invece lampeggia o rimane fissa a temperature più alte vuol dire che c’è un guasto. Recarsi in officina il prima possibile.

4. Avvertimento freno a mano inserito

Basta levarlo. Se invece la spia rimane accesa nonostante il freno a mano non sia inserito è probabile che ci sia un problema all’impianto frenante (liquido dei freni): chiamare il soccorso stradale.

5. Usura  pastiglie  freni

Per le vetture che hanno tale dispositivo avverte l’approssimarsi dell’usura delle stesse (anteriori o posteriori). Se la spia rimane accesa provvedere a farle sostituire il prima possibile.

6. Mancata ricarica della batteria

La causa più probabile è un malfunzionamento dell’alternatore, il dispositivo che genera la corrente. Se la spia rimane accesa, hai un’autonomia limitata con la batteria, chiamare il soccorso stradale.

Digital Marketing nell’Automotive

Il marketing dell’auto è entrato nel futuro, e anche se non vedremo le self-driving cars ancora per molto, di certo gli operatori del settore nel frattempo possono lavorare per ottimizzare le attività di marketing protese alla soddisfazione del cliente su tutti i touchpoint, a partire dalle attività di web marketing fino ad arrivare al customer care.

Una strategia di digital marketing integrata a supporto delle attività di vendita e di customer relationship management, come ad esempio, avrete sentito sicuramente parlare della famosa pagina web che spiega il significato delle spie delle auto.

Automotive e Fashion: la coppia dell’ Oggi

Fiat_RivaAutomobili contaminate da elementi  fashion e lifestyle, riuniti dalla comunione  di un testimonial coerente con  posizionamento del brand e da un’ottima campagna di comunicazione, a dimostrare che questo legame non può che aggiungere valore alle automobili.

Come ad esempio Fiat 500 Riva  frutto del co-branding tra il brand 500 e il costruttore di yacht di lusso Riva. Auto chiamata  “the real italian beauty” e “ the smallest yacht in the world” presenta dettagli di  pregio come il cruscotto in mogano, le maniglie cromate e l’esclusivo colore “Blu Sera”. A permettere l’incontro dell’eccellenza di due icone italiane è Adrien Brody, premio Oscar per Il Pianista di Roman Polansky, che guida l’auto tra le strade di Roma e Parigi con  sottofondo musicale di “La Mer” di Charles Trenet, a voler colpire un nuovo target in coerenza con gli obiettivi di brand building di questo audace co-branding.

Mentre Lancia Y Mya“non può che essere tua” è un prodotto che suona come una dichiarazione di fedeltà da parte di Lancia al proprio target primario, quello delle donne che hanno controllo di se stesse, dai 30 ai 50 anni, che rappresentano il 70% delle vendite. La testimonial Kasia Smutniak  soggetta a molte tentazioni, ma alla fine  dimostra di volere  solo Lancia Mya. Storia di rivalsa femminile che rende protagonista il principale responsabile d’acquisto della Lancia Y. Lo storico modello così si differenzia nelle piccole sfumature, innalzando un prodotto di fascia medio-bassa a prodotto desiderabile.

Mercato che Parla per migliorare le Performance. Ascoltando.

Il settore del turismo e  dell’automotive sono intrinsecamente legati. La Guida Michelin, ad esempio, nata nel 1900 proprio con il proposito di fare spostare  più  persone sul territorio, e a promuoverlo era proprio un’azienda francese produttrice di pneumatici. La start-up Travel Appeal – intelligence through data – utilizza  dati contestuali sui trasporti e sulla fruizione  del territorio (musei, ristoranti, ecc.) e feedback degli utenti attraverso un algoritmo proprietario, con lo scopo di vendere soluzioni alle aziende di diversi settori.

Il fondatore di Travel Appeal, ha messo  in guardia la platea,  bisogna assicurare la miglio esperienza  ai propri utenti sulle piattaforme digitali. Gli utenti, infatti, sono abituati ai livelli di user experience di Airbnb o di Booking.com, che formano le dette liquid expectations nelle esperienze dei consumatori in qualsiasi settore. È importante monitorare, ascoltando il mercato che parla sempre di più digitale: un cliente di un albergo non si lamenterà di un disservizio, ma  lascerà una recensione negativa online.

 

 

 

 

I trend più importanti nel settore travel & hospitality:

  • Cognify: con l’intelligenza artificiale (grazie a IBM e a Google, presto l’AI sarà alla portata di tutti), si potrà personalizzare in tempo reale l’esperienza degli utenti
  • Virtuality: la realtà virtuale potrà permettere ai turisti di assaporare la meta prima di partire, o agli automobilisti di provare un’esperienza di guida con l’auto ferma in concessionaria.
  • Tracking: con il tracciamento dei comportamenti digitali degli utenti in tempo reale sarà possibile offrire esperienze sempre più personalizzate.

 

La sharing economy irrompe nell’automotive

Il caso BlaBlaCar

Oggi, il mondo delle auto, è community e viaggi condivisi. BlaBlaCar, che in pochi anni ha avuto una crescita improvvisa arrivando a 20 milioni di iscritti, consente ai guidatori di poter risparmiare condividendo la spesa di viaggio con i passeggeri iscritti alla community, e nel contempo di non viaggiare da solo. La community è basata sulla fiducia, tanto che chi utilizza abitualmente BlaBlaCar è portato a ritenere di fidarsi dei membri della community. Il profilo completo di BlaBlaCar è rappresentato dall’acronimo D.R.E.A.M.S.: declared, rated, engaged, active, moderated e social. Tutto, si basa sui feedback che vengono dai componenti della community.

La comunicazione aziendale, così, tiene a rafforzare questo senso di fiducia nei confronti degli utenti, in modo da creare prima una conversazione attorno al brand, e poi da farli diventare brand ambassador, così che saranno loro i promotori del servizio. A conferma di ciò, la Marketing Manager Italia di BlaBlaCar  ha introdotto la novità dei BlaBlaHelpers all’interno del sito,   saranno gli utenti più attivi  a gestire i rapporti con la community per i dubbi sull’utilizzo del servizio. “The member is the boss”, recita il claim di BlaBlaCar, l’azienda farà leva su questo per il posizionamento della brand identity: la community.